Care Amiche e cari Amici della ADGS.

Innanzitutto Buon 2022 a tutte/tutti voi.

Questa, infatti, è la prima News Letter della nostra Associazione nel nuovo anno. 

Spero che tutte/tutti voi abbiate trascorso un buon Natale e abbiate iniziato il 2022 nel migliore dei modi (sempre Covid permettendo…).

 Nel 2021 ci eravamo lasciati con una promessa, che era quella di farvi “gustare” in ogni nostra News Letter uno o più scritti dei diari di nostro zio Don Giovanni. Poi andando a verificare sempre di più tutte le carte e tutti i vari CD che abbiamo trovato nei suoi vari studi a casa sua, a Sant’Agostino e a San Michele, ci siamo resi conto che c’era anche tanto altro materiale oltre alle sue prediche e a suoi diari. Salvati nei suoi CD c’erano centinaia e centinaia di aforismi, di brani presi da libri, di sue riflessioni spontanee che non voleva perdersi, di foto di tutte le varie “Madonne” esposte nelle varie Chiese di Recanati e nei vari incroci o strade di campagna, di poesie, di email private che scambiava con sue o suoi conoscenti. Insomma abbiamo trovato un vero e proprio tesoro.

A quel punto abbiamo deciso che in ogni News Letter che vi invieremo, vi metteremo “un assaggio” di ciò che abbiamo trovato, in maniera tale da darvi una dimensione completa di chi era e cosa era Don Giovanni.

 Tutto questo sempre per onorare la sua memoria e per sentirlo ancora tra noi.

 Ecco qui di seguito, quindi, due brani: uno preso da un CD del 2002 in cui lui si era scritto “MOLTO BELLO – USARE” e un altro preso da un suo diario del 2007.

Sempre Grazie, Grazie, Grazie del vostro affetto e della vostra vicinanza.

Angela Galassi

Presidente ADGS

ALLORA SEI UN UOMO

Se riesci a mantenere la calma quando tutti attorno a te la stanno perdendo, se sai aver fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te, tenendo però nel giusto conto i tuoi dubbi, se sai aspettare senza stancarti, calunniato, non rispondere con una calunnia e odiato non dai spazio all’odio, senza ostentarti come buono e saggio, se sogni senza fare dei sogni i tuoi padroni, se pensi senza fare dei pensieri il tuo fine…

Se sai incontrarti con il successo e la sconfitta e trattarli entrambi come bugiardi, se riesci a sopportare di sentire la verità, che tu hai detto distorta da imbroglioni, se sai costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorreggerti, se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà o passeggiare con i potenti senza perdere il tuo atteggiamento normale, se non riescono a ferirti né i nemici né gli amici troppo premurosi, se per te contano tutti gli uomini ma nessuno troppo, se riesci a riempire l’inesorabile minuto dando valore a ogni  istante che passa…

Tua sarà la terra e tutto ciò che vi è in essa e, quel che più conta, tu sarai un Uomo, figlio mio.

Rudyard Kipling – Nobel per la letteratura nel 1907

1 gennaio 2007

Ti rendo grazie, Signore. Per la vita che mi hai dato.

Per il bene che mi elargisci.

 Per i genitori e i familiari che mi hai posto accanto e a guida. 

Per quanti mi hanno aiutato e mi sostengono nello scorrere del tempo.

 Forte vento contro, nell’andare e nel venire a e da San Domenico. Poca gente in giro dopo la notturna veglia in attesa del nuovo anno. 

A mezzanotte il cielo è illuminato dai fuochi pirotecnici. Mi raccontano di una piazza colma di gente.

Pulisco l’entrata della Chiesa e celebro in San Domenico con poche persone.

Mi fermo per un caffè dalla mia vicina.

Apro la Chiesa di Sant’Agostino alle 09,30. Celebrerò alle 11,30. Esortazione ad amare la Grande Madre e invito alla pace nella giornata della pace. 

Pomeriggio sempre in casa, Sacrestia e Chiesa.

 

Don Giovanni Simonetti

Articolo precedenteIl mondo è uno specchio
Articolo successivoDOMENICA DELLE PALME E DELLA PASSIONE DEL SIGNORE