LA BUCCIA DELL’ILLUSIONE

Le illusioni cadono una dopo l’altra come la buccia di un frutto. Quel frutto ha un sapore amaro, ma è qualcosa di aspro che riesce a fortificare l’esperienza.

Gerard de Nerval

PREGARE PER NIENTE

Quando prego per qualcosa, non sto pregando. Quando prego per niente, quella è vera preghiera.

Meister Eckhart

IL VECCHIO E LA SPERANZA

La vecchiaia è triste non perché cessano le gioie, ma perché finiscono le speranze.

La Rochefoucauld

LA VERA SAGGEZZA

La saggezza consiste semplicemente nel non insegnare a Dio come si debbano fare le cose.  Ammettere di buon grado che le nostre idee non hanno motivo di interessare chicchessia è il primo passo verso la saggezza.

Nicolas Gomez Dávila

ABITO DA SERA

La buona coscienza è spesso un abito da sera indossato prima di aver fatto il bagno.

Carl Rogers (1902-1987)

IL CAMALEONTE E IL ROSPO

«Ognuno crede alle ragioni sue», disse il camaleonte; «io cambio sempre e tu non cambi mai. Credo che ci sbagliamo tutti e due»

Trilussa

CASA

Quando viene la giovane colf di un paese d’Oriente, a ordinare il passato e il futuro della casa, quando al giro di chiave si presenta insieme alla luce del giardino, in lei io te rivedo quando amavo il mondo amandoti, e ritrovo qualcosa dell’eterno che mi spetta.

Ugo Ronfani

IL GATTO ADDORMENTATO

Se avete mai dormito con un gatto/ o con un cane adagiato sopra al grembo,/ ora sapreste che la metamorfosi è possibile,/ che uomo e gatto e cane/ sono entità volatili e cangianti:/ nel sonno condiviso scompaiono le stinte/ gerarchie tra cavalieri e fanti.

Franco Marcoaldi

LE DUE BESTIE AFFAMATE

Un eremita venne interrogato dal giovane discepolo sul perché l’umanità riesca in alcuni casi ad essere tanto perversa e, in altri, tanto buona e generosa: «Abitano in noi — rispose l’eremita — due bestie affamate: una feroce e l’altra mansueta». Domandò il discepolo: «Quale delle due prevarrà in me?». Rispose: «Quella che più verrà da te nutrita».

L’eremita

HOMO SAPIENS?

La Chiesa non tollera, ma perdona. Il mondo tollera, ma non perdona.

don Primo Mazzolari

Articolo precedenteLitanie del vino
Articolo successivoTUTTI I NODI…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui