Home Pensieri Interventi e Notizie Ti chiediamo perdono

Ti chiediamo perdono

7
0
CONDIVIDI

La preghiera di don Albanesi: “Emmanuel, Ti chiediamo perdono”. Il ricordo del giovane nigeriano ucciso a Fermo.

07 luglio 2016

“Non siamo stati capaci di garantirti un futuro insieme alla tua amata Chiniery. Ti avevamo accolto con rispetto. Tu eri particolarmente attento, sorridente, sperando di vivere una vita finalmente gioiosa. Ti chiediamo perdono anche  a nome di chi ti ha fatto del male. Sono nostri concittadini e purtroppo noi stessi soffriamo la loro aggressività”.

Venivi da sofferenze indicibili: la famiglia dispersa, i bambini non nati, la violenza gratuita, la solitudine e la povertà per sopravvivere. Ti hanno dato la morte, ma hanno anche rovinato la loro vita e la vita delle loro famiglie. Che Dio li perdoni.

Ricordiamo con gioia i momenti belli trascorsi insieme, soprattutto il tuo matrimonio. Eravate felici quel giorno, vestiti come fiori, insieme a tutti gli amici. Abbiamo fatto festa, una festa desiderata dopo le lunghe sofferenze dell’inferno della guerra”.

“Tu che sei vittima e martire, guardaci dal cielo. Proteggi Chiniery, proteggi tutti i ragazzi in Italia. E non dimenticarti di noi”.

Emmanuel Chidi Nnamdi era ospite del seminario insieme alla sua compagna Chiniery,  da otto mesi, nel progetto di accoglienza gestito dalla Fondazione Caritas in veritate di don Albanesi.