Home Pensieri Aforismi Regna la pace dove regna il Signore

Regna la pace dove regna il Signore

2
0
CONDIVIDI

Grande cosa è il silenzio opportuno, è il padre del pensiero penetrante

(S. Diadoco Di Foticea).

L’abate Pambo, ai frati che gli chiedevano una parola edificante per il vescovo in visita alla loro comunità, così rispose: “se non è edificato dal mio silenzio tanto meno sarà edificato dalle mie parole”.

Ogni verità da chiunque sia detta viene dallo Spirito Santo

(S. Tommaso d’Aquino).

Dio si onora col silenzio non perché non si dica nulla o nulla si ricerchi di Lui, ma perché, qualsiasi cosa di Lui si dica o si ricerchi, siamo coscienti di essere ben lontani dalla sua comprensione

(S. Tommaso d’Aquino).

Nessun desiderio eleva tanto l’uomo quanto il desiderio di conoscere la verità

(S. Tommaso d’Aquino).

Regna la pace dove regna il Signore

(LITURGIA).

A che vi servirebbe fabbricare la vita stessa, se avete perduto il senso della vita?

(Bernanos)

La peggiore disgrazia che possa capitare a un uomo è essere soddisfatto di sè

(Bernanos).

La verità non vuol essere detta, né dipinta; vuol essere amata

(Bernanos).

Lo spirito d’infanzia è un dono che, per lo più, non sopravvive all’infanzia

(Bernanos).

I Tuoi giudizi sono grandi e difficili da spiegare

(Sap 17,1).

Più fallace di ogni altra cosa è il cuore e difficilmente guaribile; chi lo può conoscere?

(Ger 17,9).

Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà

(Mt 16,25).

Beati i miti… beati i misericordiosi… beati i puri di cuore…

(Mt 5, 5).

Se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli

(Mt 18, 3).

I miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie… Quanto il cielo sovrasta la terra, tanto le mie vie sovrastano le vostre vie, i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri

(Is 55,8-9).

Hai visto un uomo precipitoso nel parlare? C’è più da sperare in uno stolto che in lui

(Pr 29, 20).

Se qualcuno crede di sapere qualche cosa, non ha ancora imparato come bisogna sapere

(1Cor 8, 2).

Ha guardato l’umiltà della sua serva

(Lc 1, 48)

Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano

(Mt 7, 14).

A suo tempo ogni cosa sarà riconosciuta buona

(Sir 39, 40).

Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto

(Lc 16,10).

Rimprovera il saggio ed egli ti amerà

(Pr 9, 8).

Tu dici: sono ricco, mi sono arricchito; non ho bisogno di nulla, ma non sai di essere un infelice, un miserabile, un povero, cieco e nudo

(Ap 3, 17).

Le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi

(Rm 8, 18).