Home Marche Eventi e Cultura nelle Marche Recanati: un tour dei musei con il biglietto unico

Recanati: un tour dei musei con il biglietto unico

166
0
Night shot of the medieval town of Recanati. Marche Region, Italy

Per celebrare i 200 anni dalla stesura del capolavoro del grande poeta Giacomo Leopardi, fino al 19 maggio 2019 a Villa Colloredo Mels, avrete la possibilità di ammirare il testo originale del L’Infinito e altri suoi scritti.

Grazie al biglietto unico Recanati Musei è possibile visitare la mostra “Infinito Recanati” all’interno della Pinacoteca Civica a Villa Colloredo Mels, il Museo dell’Emigrazione Marchigiana, la Torre del Borgo e il Museo dedicato a Beniamino Gigli che con la sua voce ha incantato e continua ad appassionare gli amanti della lirica.

Villa Colloredo Mels: sede della Pinacoteca Civica

Dimora storica, che dal 1998 è la sede della Pinacoteca di Recanati. Ad accogliere ogni visitatore c’è una bellissima scalinata del Cinquecento, mentre il soffitto e le volte hanno stucchi e pitture risalenti al Settecento. Dal diciottesimo secolo (e fino al 1961) il palazzo è appartenuto alla famiglia di origini friulane dei Colloredo Mels. Il Museo Civico di Villa Colloredo Mels di Recanati è composto dalla Pinacoteca con sezioni suddivise per epoca storica. La sezione archeologica, quella medievale e quella rinascimentale che raggruppa quattro tra le più significative opere d’arte di Lorenzo Lotto: il “Polittico di San Domenico”, l’affascinante “Trasfigurazione di Cristo”, il “San Giacomo Maggiore” e l’indimenticabile “Annunciazione”, capolavoro assoluto del Maestro. Date un’occhiata a questo video tutto dedicato alle opere del Lotto a Recanati.

Sito web: www.villacolloredomels.it

Museo dell’Emigrazione Marchigiana

Il Museo, all’interno delle cantine di Villa Colloredo Mels, è dedicato agli oltre 700.000 Marchigiani emigrati all’estero e il suo obiettivo è quello di far conoscere la storia dei flussi migratori che hanno caratterizzato la nostra regione. Nelle stanze del museo si possono vedere tantissimi documenti come passaporti, certificati, foto, lettere, diari e memorie di persone che, a cavallo tra l’ottocento e il novecento, a causa della povertà hanno abbandonato le loro case e la loro terra per cercare una vita migliore.

C’è anche una sezione multimediale, vivace ed interattiva: la ricostruzione di un treno con personaggi virtuali che raccontano le diverse esperienze e periperzie affrontate dagli emigranti.

La Torre del Borgo

La Torre del Borgo di Recanati, alta 36 metri e coronata da merlatura ghibellina, fu costruita nella seconda metà del secolo XII come simbolo della fusione in un unico Comune degli antichi castelli. Rimase isolata dopo la demolizione del quattrocentesco Palazzo Comunale nel 1872. L’attuale merlatura ghibellina su beccatelli a sporgere appartiene ad un posteriore rifacimento. Sulla torre si trovano: una targa dedicata ai caduti di Guido Cirilli (1923); un bassorilievo bronzeo rappresentante la Traslazione della S. Casa di Loreto di Pier Paolo Jacometti (1634); un orologio il cui quadrante risale al 1562; un leone rampante raffigurato nello stemma cittadino, scolpito dal Sansovino. La Torre offre un panorama mozzafiato che spazia dai Monti Sibillini al Mare Adriatico.
La Torre ospita al suo interno il MUREC, Museo di Recanati, allestito su sette livelli.

Il Museo Beniamino Gigli

Il Civico Museo “Beniamino Gigli”, un tempo all’ultimo piano del Palazzo Comunale, è ora ospitato nella Sala dei Trenta del Teatro Persiani. Nel museo sono conservati un gran numero di costumi di scena, spartiti musicali, una ricca rassegna stampa formata dagli articoli e dalle recensioni a lui dedicate dai giornali di tutto il mondo, la sua discografia completa e numerose onorificenze e premi ottenuti dal tenore nella sua quarantennale carriera.

Nella sala principale è stato allestito uno spazio in cui i visitatori potranno seguire, seduti su vecchie sedie da cinema restaurate, il racconto della vita di uno dei cantanti lirici più amati dal pubblico.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.