Raffaello riparte da Loreto con una mostra inusuale sull’arazzo cinquecentesco inedito. La mostra sarà visitabile fino 31 agosto al Bastione Sangallo. L’esposizione comprende anche una serie di interessanti incisioni ispirate alle opere dell’artista e opere scultoree dell’Accademia delle Belle Arti di Urbino.

La serie degli Arazzi di Loreto è un pregevole esempio della produzione fiamminga di primo Seicento che, come ciclo unitario sopravvissuto nella sua integrità, si caratterizza per l’intento fortemente narrativo delle scene centrali, per il coerente programma iconografico delle bordure, e infine per la preziosità delle materie prime impiegate per la tessitura che conferma l’ambito di eccellenza della loro produzione. Il nucleo rappresenta una delle serie di arazzi più significative tra quella presenti in Italia.

Gli arazzi lauretani, che recano nei bordi laterali le figure delle quattro Virtù cardinali e nello zoccolo quelle delle tre Virtù teologali, sono stati donati al Santuario dal nobile genovese Giovanni Battista di Niccolò Pallavicino, che li aveva commissionati, nel 1667.

sito web: eventi.turismo.marche.it

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.