Martin Buber: E io sono preghiera

“E io sono preghiera” , 

Il maestro Bunam disse: 

E’ come un povero che non ha mangiato da tre giorni 

e i suoi abiti son stracciati e così egli appare davanti al re. 

Ha forse bisogno di dire che cosa desidera? 

Così stava David davanti a Dio: egli stesso era preghiera.

Da Martin Buber, Filosofo ebreo ( 1878-1965), “Racconti chassidici” 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Cristo non ha mani

Cristo non ha mani. Ha soltanto le nostre mani Per fare il suo lavoro oggi. Cristo non ha piedi. Ha…

Dicembre 2017: le intenzioni di preghiera del Papa

Cuore divino di Gesù, io ti offro per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, madre della Chiesa, in unione al…