Home Pensieri LA PREGHIERA E LA STORIA

LA PREGHIERA E LA STORIA

1
0
CONDIVIDI

La preghiera e la storia

La preghiera è la vera protagonista della storia. Chi prega entra nel flusso della storia guidata da Dio, ed è con lui costruttore di storia della salvezza. Chi prega va all’essenziale e mette Dio al primo posto, sentendo gli altri come fratelli. Per questo dice: ” Padre nostro…”.

M. Galizzi

PAROLE UTILI E INUTILI

C’è una parola che cerca , una parola che implora, una parola che fruga, una parola che consola, una parola che sferza, una parola che esorcizza, una parola che misura, una parola che pesa, una parola che divaga , una parola che canta una parola che scende, una parola che sale, una parola che impreca, una parola che prega, una parola che conferma, una parola che disdice, una parola che accusa, una parola che assolve, una parola che ferisce, una parola che risana, una parola che mostra, una parola che nasconde, ma la parola che tutte comprende è la parola che adora umilmente la Parola di Dio.

Marcello Camillucci

EROE O GALANTUOMO?

E’ molto più facile essere eroe che galantuomo. Eroi si può essere una volta tanto, galantuomo deve essere sempre.

(L.Pirandello 1867-1936)

LA LUCE DELLA VERITA’

Uscendo dal grembo oscuro dell’ignoranza, trasalimmo alla luce della verità.

Tertulliano “Apologetico”

SAPERE

Grande sapienza, grande tormento Chi più sa, più soffre.

Qohelet(1,13)

La verità non è un cristallo che si può mettere in tasca, bensì un mare sconosciuto in cui ci si getta.

Robert Musil

CONCHIGLIE APERTE

L’oggi nel cuore dell’uomo Come una conchiglia in fondo al mare. Domani. Nella marea della risurrezione, Le conchiglie, gettate sulla sabbia, Si apriranno e moriranno. Verrà, così, alla luce la perla. Chi cerca Dio alla luce della fede è come colui che cerca il sole alla luce delle stelle.

Al-Hallaj mistico musulmano (+922 a Baghdad)

IL CARBONE

Sono veramente i sogni delle nostre speranze più che dell’avvenir vane sembianze, immagini del dì guaste e corrotte dall’ombra della notte.

Battista Guarini Ferrarese “Pastor Fido”


IL PROFUMO DEL LOTO

La morte è davanti a me oggi Come profumo della mirra Come sedere sotto una vela i In un giorno di vento. La morte è davanti a me oggi Come il profumo dei fiori di loto Come il tornare sereno del cielo, Come riuscire a comprendere ciò Che non si conosceva. La morte è davanti a me Come quando un uomo Desidera vedere la sua casa, Dopo molti anni passati in prigionia.

“Dialogo del disperato” Papiro 3024 del Museo di Berlino

LA SERIETÀ

La serietà non è una virtù. Sarebbe un eresia, ma un’eresia molto più giudiziosa, dire che la serietà è un vizio.

Gilbert K. Chesterton (1874-1936)

COSE SERIE

Una delle prime e più nobili funzioni delle cose poco serie è di gettare un’ombra di diffidenza sulle cose troppo serie.

Umberto Eco dal “Diario Minimo”

TRA LUCE E TENEBRA

La fede è un intreccio di luce e di tenebra: possiede abbastanza splendore per ammettere abbastanza oscurità per rifiutare abbastanza ragioni per obiettare abbastanza luce per sopportare il buio che c’è in essa abbastanza speranze per contrastare la disperazione, abbastanza amore per tollerare la sua solitudine e le sue mortificazioni. Se non avete che luce vi limitate all’evidenza; se non avete che oscurità siete sommersi nell’ignoto. Solo la fede fa avanzare. Grazie a quello che di te conosco, credo in te per ciò che non conosco ancora e in virtù di quello che ho già capito, ho fiducia in te per ciò che non capisco ancora.

Louis Evely, scrittore francese