Il messaggio di Papa Francesco per la Giornata mondiale della gioventù

“Non lasciate che i bagliori della gioventù si spengano nel buio di una stanza chiusa in cui l’unica finestra per guardare il mondo è quella del computer e dello smartphone”

Diffuso il messaggio di Papa Francesco per la XXXIII Giornata mondiale della gioventù, che si celebrerà a livello diocesano il prossimo 25 marzo. Un ulteriore passo in vista di quella internazionale a Panamá nel 2019.

Soprattutto nella fase giovanile della vita, è normale essere “turbati” e, in qualche modo, scossi da tanti “timori”: la paura “di non essere amati” per quello che si è; “davanti alla precarietà del lavoro”, il timore “di non riuscire a trovare una soddisfacente affermazione professionale, di non veder realizzati i propri sogni”. In questo orizzonte, “nel tentativo di adeguarsi a standard spesso artificiosi e irraggiungibili”, tanti giovani operano “continui ‘fotoritocchi’ delle proprie immagini, nascondendosi dietro a maschere e false identità, fin quasi a diventare loro stessi un ‘fake’”. Ai giovani, troppo spesso assetati di “mi piace” digitali, Papa Francesco chiede di “dare un nome” alle paure, soprattutto attraverso il discernimento.

Con parole rassicuranti e piene di affetto, Papa Francesco incoraggia i giovani a essere audaci, ad aprirsi alla grazia di Dio, dove “l’impossibile diventa realtà”. Ribadendo la propria fiducia in loro, esorta tutti a usare le proprie energie “per migliorare il mondo”, incominciando dalle realtà più vicine. “Desidero che nella Chiesa vi siano affidate responsabilità importanti – insiste il Pontefice – che si abbia il coraggio di lasciarvi spazio; e voi, preparatevi ad assumere queste responsabilità”.

fonte: vaticannews.va

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

articoli correlati

Coltivare una nuova alleanza solidale con la terra per un futuro sostenibile

In occasione della Giornata Nazionale per la Custodia del Creato, l'associazione ambientalista Geenaccord ha organizzato due giorni di formazione e…

Cardinale Montenegro: “Chi esclude un uomo, esclude Dio”

Dopo i ripetuti casi di aggressioni e insulti di questa estate a migranti in Italia, spesso commessi da ragazzi, il…