Eremo San Liberato – San Ginesio

21
0

San Liberato nasce tra il 1215 e il 1218 a Loro Piceno, nel maceratese, da una famiglia nobile e benestante: i Brunforte. A 18 anni, seguendo le orme di un altro grande devoto, San Francesco, lascia tutti gli agi e le comodità per donarsi anima e corpo a Dio. Si ritira nell’Eremo di Soffiano dove trascorre tutto il resto della sua vita fra preghiera e meditazione. Ancora oggi, all’interno di una cavità rocciosa, è possibile vedere i resti dell’antico convento. Nel 1421 e la chiesa originaria venne in parte demolita e sostituita con una nuova costruzione, accanto al quale si costruì un convento. Tutto il complesso preso il nome di San Liberato. Da eremo divenne convento e da convento santuario, fonte di luce, di grazia e di spiritualità. Oggi al suo interno vi risiedono i frati Minori della Provincia Lauretana ed ospita le visite dei molti pellegrini che ivi giungono alla ricerca di serenità, armonia e di un momento di meditazione e preghiera.

Adriatico. Maggiori informazioni: http://www.turismo.marche.it/Turismi/…

Un video realizzato da Lorenzo Cicconi Massi nell’ambito del Progetto Europeo IPA Adriatic “Adriatic Route”: http://www.adriatic-route.com/

“This publication has been produced with the financial assistance of the IPA Adriatic Cross-Border Cooperation Programme. The contents of this publication are the sole responsibility of Regione Marche and can under no circumstances be regarded as reflecting the position of the IPA Adriatic Cross-Border Cooperation Programme Authorities”.

fonte: Marche Tourism

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.