8 C
Recanati,it
lunedì, gennaio 22, 2018

Leopardiana

Home Leopardiana

Giacomo Leopardi: Per il Santo Natale

Poesie giovanili Per il Santo Natale Tacciano i venti tutti, Del mar si arrestin l’acque, Gesù, Gesù già nacque, Già nacque il Redentor. Il Sommo Nume eterno Scese dall’alto ciclo, II misterioso velo Già ruppe il Salvator. Nascesti alfin nascesti, Pacifico Signore, Al mondo apportatore D’alma felicità. L’empia,funesta colpa Giacque da te fiaccata, Gioisci, o avventurata, Felice umanità. Sorgi, e solleva il capo Dal sonno...

GIACOMO LEOPARDI – CANTI

XXXVII – “ODI, MELISSO”   ALCETA Odi, Melisso: io vo’ contarti un sogno Di questa notte, che mi torna a mente In riveder la luna. Io me ne stava Alla finestra che risponde al prato, Guardando in alto: ed ecco all’improvviso Distaccasi la luna; e mi parea Che quanto nel cader s’approssimava, Tanto crescesse al guardo; infin che venne A dar di colpo in mezzo al prato; ed era Grande quanto...

Giacomo Leopardi: Il tramonto della luna

Quale in notte solinga, Sovra campagne inargentate ed acque, Là ‘ve zefiro aleggia, E mille vaghi aspetti E ingannevoli obbietti Fingon l’ombre lontane Infra l’onde tranquille E rami e siepi e collinette e ville; Giunta al confin del cielo, Dietro Apennino od Alpe, o del Tirreno Nell’infinito seno Scende la luna; e si scolora il mondo; Spariscon l’ombre, ed una Oscurità la valle e il monte imbruna; Orba la notte resta, E cantando, con...

LA GINESTRA, O FIORE DEL DESERTO

Qui su l’arida schiena Del formidabil monte Sterminator Vesevo, La qual null’altro allegra arbor nè fiore, Tuoi cespi solitari intorno spargi, Odorata ginestra, Contenta dei deserti. Anco ti vidi De’ tuoi steli abbellir l’erme contrade Che cingon la cittade La qual fu donna de’ mortali un tempo, E del perduto impero Par che col grave e taciturno aspetto Faccian fede e ricordo al passeggero. Or ti riveggo in questo suol, di tristi Lochi...

DIALOGO D’ERCOLE E DI ATLANTE

Ercole. Padre Atlante, Giove mi manda, e vuole che io ti saluti da sua parte, e in caso che tu fossi stracco di cotesto peso, che io me lo addossi per qualche ora, come feci non mi ricordo quanti secoli sono, tanto che tu pigli fiato e ti riposi un poco. Atlante. Ti ringrazio, caro Ercolino, e mi chiamo anche...

Giacomo Leopardi: Scorri le vite degli uomini illustri…

II Scorri le vite degli uomini illustri, e se guarderai a quelli che sono tali, non per iscrivere, ma per fare, troverai a gran fatica pochissimi veramente grandi, ai quali non sia mancato il padre nella prima età. Lascio stare che, parlando di quelli che vivono di entrata, colui che ha il padre vivo, comunemente è un uomo senza facoltà;...

CROCIFISSIONE E MORTE DI CRISTO

Scritto e recitato nella congregazione dei Nobili in San Vita di Recanati 1813 Lugubre oltre ogni credere e doloroso argomento è quello, ornatissimi, su cui, se pur la mente alle labbra somministrerà le parole, se pure il mio dire interrotto non verrà dai sospiri, io debbo in questa sera ferale aver l’incarico di ragionarvi. Or più non fa d’uopo o...

Giacomo Leopardi – Preghiere

Preghiere per varie circostanze  composte da GIACOMO LEOPARDI nella sua fanciullezza. a cura di Mario Verducci, Centro Nazionale di Studi Leopardiani N°12, 1998 ESERCIZI QUOTIDIANI DI DEVOZIONE Signore Gesù, una sola cosa ti ho chiesto e questo io cerco: ch’io possa morire con la morte dei santi  e la mia sorte sia simile alla loro; e che io possa abitare per sempre nella tua casa....

L’Infinito

Si offre al viandante perché risuonino la voce e il passo di Colui che visse in questa terra che amò intensamente, nonostante le invettive uscite dalla sua penna: voleva la sua città culturalmente progredita e aperta ai tempi nuovi, che turbavano la sua anima e non erano percepiti da coloro che vivevano del passato e fondavano il presente su...

ADORARE IL NATO BAMBINO

I PASTORI CHE SCAMBIELVOLMENTE S’INVITANO PER ADORARE IL NATO BAMBINO Già sovra l’ali dell’ore giunta era la notte alla metà del suo corso, in quel tempo, nel quale ricoperta essendo la terra di candida neve, gelo diffondevasi per tutto; nel quale il sole men fervidi i caldi suoi raggi spandeva sopra la terra. I pastori rinchiusa avevano nelle loro capanne la...

Scorri le vite degli uomini illustri

RIFLESSIONI LEOPARDIANE Scorri le vite degli uomini illustri, e se guarderai a quelli che sono tali, non per iscrivere, ma per fare, troverai a gran fatica pochissimi veramente grandi, ai quali non sia mancato il padre nella prima età. Lascio stare che, parlando di quelli che vivono di entrata, colui che ha il padre vivo, comunemente è un uomo senza...

Il Venerdì Santo

Quando Gesù con l’ultimo lamento Schiuse le tombe, e la montagna scosse, Adamo rabbuffato, e sonno lento Alzò la testa, e sovra i piè drizzosse. Le torbide pupille intorno mosse Pieno di meraviglia, e di spavento, E palpitando addimandò chi fosse Lui, che pendeva insanguinato, e spento. Quando lo seppe, a la rugosa fronte, Al crin canuto, ed a le guancie...

Giacomo Leopardi: Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl’Italiani

In questo secolo presente, sia per l'incremento dello scambievole commercio e dell'uso de' viaggi, sia per quello della letteratura, e per l'enciclopedico che ora è d'uso, sicchè ciascuna nazione vuol conoscere più a fondo che può le lingue, letterature e costumi degli altri popoli, sia per la scambievole comunione di sventure che è stata fra' popoli civili, sia perché...

PER IL GIORNO DELLE CENERI

Allorché su la fronte La cenere mi asperse La sacra man scoperse La mia fragilità Mi rammento che presto Questa mia spoglia frale, Passibile, e mortale In cenere sarà. La formidabil voce Con nuova si funesta Sento, che in sen mi desta Un gelido timor. E vo pensando intanto Al misero mio stato Dal tempo che ho passato Cadendo in ogni error. Se così brevi sono I di...

Recanati,it
cielo sereno
8 ° C
8 °
8 °
81 %
1kmh
0 %
lun
10 °
mar
10 °
mer
10 °
gio
10 °
ven
10 °

Articoli recenti

Ciò che Io posso dare…

Scrittore, giornalista, sceneggiatore di capolavori come la strada, la dolce vita, otto e mezzo, Ennio Flaiano ebbe una figlia che nacque con una grave...

Carnevale nelle Marche