15 C
Recanati,it
lunedì, dicembre 11, 2017

Canti e Poesie

Home Canti e Poesie
Uomo, mi hanno condotta dall’estremo dove vivevo intera la “mia” vita al Tuo opposto tremendo di giustizia: che cosa dedurranno dal confronto dei nostri due insondabili princìpi? Qualcuno certo, conscio del Tuo inizio, tratteneva i Tuoi volti successivi in un travaglio cieco di rapporti ma io, ancor...

E’ NATALE

E’ Natale ogni volta
 che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano. E’ Natale ogni volta
 che rimani in silenzio 
per ascoltare l’altro. E’ Natale ogni volta 
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi 
ai margini della società. E’ Natale...
Volevamo costruire assieme una casa bella e tutta nostra alta come un castello per guardare oltre i fiumi e i prati su boschi silenti. Tutto volevamo disimparare ciò che era piccolo e brutto, volevamo decorare con canti di gioia vicinanze...
Ho voglia di carezze questa notte, di un po’ di tenerezza, di stare nella culla come un bimbo che aspetta chi gli prenda la mano, la testa e la stringa al suo cuore, l’accarezzi, la baci, la scaldi, per non piangere più e...

Primo Mazzolari, Amore

Amore in ogni parola Che si spegne sul mio labbro; Amore in ogni lacrima solitaria Sparsa nella disperazione impotente Di esistere singolarmente; Amore in ogni desiderio che fugge veloce Verso l’impossibile; Amore in ogni sguardo di bimbo Spensierato e libero; Amore in ogni amarezza che inonda La mia gola...
Come sempre L’avevano messa per ultima, Ma Dio capovolse il foglio E la chiamò per prima: AFRICA! E lei, Titubante e sorpresa Ma con voce sicura, Rispose: Presente! E Dio sorrise compiaciuto. Elisa Kidanè
La nostra epoca è una gigantesca bolla di solitudine Un agguato di vite stanche, Trascinate al loro epilogo… Con la consunzione della vecchiaia Si riacutizza il male morale L’istinto demoniaco dell’animale umano alla deriva Torna a prevalere. Ci si chiede perché Dio, Nel suo imperscrutabile disegno, Abbia lasciato...
Quando gli uomini diventano folla, Vi è un rullo di tamburi: Quando la folla ridiventa uomini, torna la musica. Quando le anime diventano Chiesa, I tamburi scandiscono la ricerca: Quando la Chiesa ridiventa anime, Suona una dolce musica. Quando lo Stato è padrone, I tamburi scandiscono il...
So che il mondo è uno specchio, in ogni atomo si trovano cento soli fiammeggianti. Se fondi il cuore in una sola goccia d’acqua, emergeranno cento puri oceani. Se esamini ogni grano di polvere, troverai mille splendide creature. Un universo è nascosto in un grano...

Il piano infinito

Adesso che ho superato già tanti dolori e posso leggere il mio destino come una mappa piena di errori, quando non sento nessuna compassione di me stesso e posso passare in rassegna la mia esistenza senza sentimentalismi, perché ho trovato una relativa pace, lamento solo la perdita dell’innocenza. Mi manca...
È rimasto un odore tra i canneti: un misto di sangue e carne, un penetrante petalo nauseabondo. Tra le palme da cocco le tombe sono piene di ossa demolite, di ammutoliti rantoli. Il delicato satrapo conversa tra coppe, colletti e cordoni d’oro. Il piccolo palazzo luccica...

QUALE SOLENNITA’?

Il concetto di solennità riferito alla celebrazione liturgica è espresso molto bene dall’Istruzione Musicam sacra del 5  marzo 1967 quando al n. 11 afferma: «Si tenga presente che la vera solennità di un’azione liturgica dipende non tanto dalla forma più ricca del canto e...
IL POETA Presumibilmente, sembro un poeta di alta rappresentanza sebbene la mia insufficienza cardiaca ha per virtù medica il libro «cuore». Abito appena sopra il livello del mare mentre la salute, la ricchezza, la purezza e gli sport invernali straziano oltre i mille metri. Perciò mi ossigeno respirando...
Mare docile al freno, sottomesso in silenzio, Mare sparso, flutti per sempre incatenati, Massa offerta al cielo, specchio d’obbedienza; Vi tesse ogni notte nuove pieghe La lontana potenza degli astri. Quando il mattino colma l’intero spazio Lo accoglie rendendo la luce in dono. Un lampo leggero...

James Joyse, poesie

Smunte nella tenèbra entro a sudari, pallide stelle le loro torce agitano. Fatue luci dai più remoti cieli schiaran fioche, archi su archi svettanti, la navata della notte nera di peccato. Serafini, le osti perdute si svegliano a servire sino a che in illune tenèbra ognuna ricade, smorta, levato...
Sono ammaliato dai girasoli che ruotano negli enormi Campi verdi sopra l’indaco del mare Sorpreso da un silenzio Anche se loro cantano Impercettibili come il tictac di un orologio o come i falchi che volano sopra Recanati Se si voltano in direzione del crepuscolo  non sarà che...
Recanati,it
nubi sparse
15 ° C
15 °
15 °
54 %
8.7kmh
75 %
lun
16 °
mar
15 °
mer
12 °
gio
14 °
ven
13 °

Articoli recenti

“GIAMBATTISTA PIRANESI Il sogno della classicità” in mostra a Pesaro

Giovedì 7 dicembre alle 18, è stata inaugurata a Palazzo Mosca-Musei Civici di Pesaro una nuova e suggestiva mostra dedicata a Giovanni Battista Piranesi...

ARALDI DELLA TUA PACE