Bisogna imparare a sopportare quello che non si può evitare. La nostra vita è composta, come l’armonia del mondo, di cose contrarie, e anche di toni diversi, dolci e aspri, acuti e bassi, molli e gravi.

Il musicista che amasse solo i primi, che cosa vorrebbe dire? Bisogna che sappia servirsene nel complesso e mescolarli. E così noi, i beni e i mali, che sono consustanziali alla nostra vita.

Se non volete neppure per un’ora lasciare gravare su di voi la vostra propria sofferenza, e già da lontano continuamente cercate riparo ad ogni possibile sventura, se sentite la vostra sofferenza e afflizione come malvagie, esecrabili, meritevoli di annientamento, come contaminazioni dell’esistenza, ebbene, vuol dire che…voi avete in cuore…la religione della vita comoda.

Ah! Quanto poco sapete voi della felicità dell’uomo, voi gente pacifica e paria! Giacchè la felicità e l’infelicità sono due sorelle, e gemelle, che diventano grandi insieme o, restano piccole insieme.

Friedrich Nietzsche

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.